Chi vuol essere lieto sia

Collegandomi un po’ anche al mio post precedente, noto che io sono spesso più solare e gioioso della gente che mi circonda… nonostante sia fondamentalmente un timido, tranquillo, spesso anche finto burbero. A prima vista qualcuno m’ha anche considerato un asociale antipatico.

Da piccolo all’asilo giocavo da solo, alle medie mi rifiutavo di giocare a calcio durante le ore di educazione fisica, da adolescente mi ero anche guadagnato il soprannome “eremita” perchè qualche volta andavo nei boschi da solo (ma andavo anche in discoteca, eh!) e ancora oggi sono introspettivo e qualche volta solitario,
ma in generale mi piace parlare con la gente, godere dell’arietta fresca mattutina e arrivare al lavoro ridendo e scherzando anzichè strisciando i piedi mogio mogio!
Vado al lavoro unendo l’utile al dilettevole e così fischietto in bici oppure -in autunno- mi fermo a fare fotografie nei parchi lungo il percorso, quando arrivo mi metto a fare cagnara coi colleghi che trovo lì ancora mezzi addormentati (più che altro sono io che faccio un po’ di casino per svegliarli 😀 ), in pausa passo mezz’ora da solo in un parco lì vicino (ne sento il bisogno), poi l’altra mezz’ora la passo in mensa a fare un po’ il pirla e a dire baggianate ad alta voce, quasi sempre discorsi di sesso, più divertenti se sono presenti anche donne.

Spesso mi sono trovato in presenza di perfetti sconosciuti con un silenzio che iniziava ad essere imbarazzante e sono stato io a romperlo attaccando bottone: nei rifugi di montagna, sul treno, ai motoraduni, ecc. Ho provato anche a fare viaggi (moto e tenda) da solo oppure solo io e mia moglie e abbiamo sempre trovato qualcuno per passare una piacevole serata in compagnìa.
Fortunatamente vedo che mia moglie piace molto alla gente… soprattutto dove c’è casino, musica e si balla: qualcuno me lo dice proprio che è simpaticissima e io rispondo “dici così perchè non ci vivi insieme!!!” 😀 Meno male: pensa se avessi una che sta sempre sulle balle a tutti!

Mi piace essere allegro e godere della vita, ma spesso vedo attorno a me gente troppo ingrigita (qualche volta pure mia moglie) e mi sembra di essere io un extraterrestre.
Chi vuol essere lieto sia, di doman non c’è certezza!

Annunci

4 thoughts on “Chi vuol essere lieto sia

  1. sei un tipo che riesce a guardare le cose dal lato giusto…. raro al giorno d’oggi…. quelli che incontro hanno sempre un bel muso e si fanno i cazzi loro….scusa il termine volgare…. oppure sono eternamente attaccati al cellulare e parlano, parlano….. Mi sa che staresti bene in un gruppo…..potresti fare l’ animatore…. c’e’ bisogno di qualcuno che rompe il ghiaccio !!….. bene….. buona serata…. sempre in allegria ok?

    • nooo, l’animatore nooo! 🙂
      In fondo sono un timido. E non sono affatto un trascinatore: una qualità che mi manca in pieno è la capacità di influenzare gruppi numerosi di persone.
      Inoltre gli animatori non mi piacciono: li trovo stupidotti e chiassosi.

      Però spesso mi sento dire che dovrei fare il comico. E in effetti mi piace molto fare ironia/satira attorno alle abitudini umane del tutto normali ma obiettivamente stranissime (mi piace quel comico di zelig che parla della moglie e dell’ikea e mi sento come Giovanni del trio “aldo-giovanni-giacomo”).
      L’essere umano è pieno di queste stranezze considerate del tutto normali.
      Solo che se faccio il comico evidenziando le stranezze/particolarità di una singola persona (imitazioni) o di un contesto piccolo, allora tutti ridono; ma se invece cerco di evidenziare le stranezze più…”collettive” e tipiche della società umana, allora non ride nessuno: fanno molta fatica a capire dove sia la battuta.

  2. mi complimento con te, non è assolutamente facile vivere con entusiasmo ciò che il comune dire definisce banale, saper valorizzare la normalità e magari anche la monotonia è dote rara.

    TADS

    • Beh… ovviamente non sempre, altrimenti sarei la persona più saggia e fortunata del mondo.
      Diciamo che mi piace ogni tanto staccare un pochino e godermi spesso qualcosa anche durante la routine, anzichè vivere stanco e incazzato 340 giorni all’anno per poi “respirare” solo ad agosto in qualche villaggio turistico.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...