Facebook evidenzia le patologie mentali

Grazie a facebook in più di 1 caso ho scoperto lati strani dei miei amici, che non avevo mai scorto dal vivo: invidie, rancori, sindromi da martire, ecc
Ho fatto una raccolta di vignette a tema, ma l’ultima è quella che m’ha dato la spinta finale per scrivere questo post.
10365731_686281971419129_402609590355336989_n  10389980_10152232062114748_8009382748905394188_n10330357_10151991199916459_8203611844229541759_nHai…”salvato“??? 😀 😀 😀 😀
E oggi si riservano la libertà di frequentare chi pare a loro, magari chi è meno egocentrico e meno paranoico? Ma che irriconoscenti!

MA ECCO IL GRAN FINALE!!!!! Ed ha avuto pure un successone!Capture

Annunci

11 thoughts on “Facebook evidenzia le patologie mentali

  1. Ahahahah! 😀 Mamma mia, che vignette!

    La struttura di FB in effetti è tale da consentire e anche favorire simili ‘sfoghi. In fondo, le bacheche sono grandi vetrine, per cui narcisisti, rancorosi et similia possono mostrarsi e scatenarsi in tutto il loro fulgore. Io ‘adoro’ pure la categoria dei profeti-social (ci scrissi un post un anno fa), quelli che predicano sulle bacheche per riportare il gregge smarrito all’ovile. Non so se li hai mai visti: scrivono cose tipo “Dio ti ama! Ricordatene!”, il tutto scandito con tono vagamente minaccioso; poi emettono brevi sentenze per insegnarci l’arte di vivere, con frasi del tipo “se ti si chiude una porta, si apre un portone”, “non arrenderti mai!”, “la vita è bellissima e degna di essere vissuta”, e via così che è un piacere. Ogni tanto verrebbe pure il desiderio di rispondergli in tono ironico, ma poi si capisce che sarebbe fatica sprecata. 😀

    Comunque, non so se ti sia mai capitato, ma io beccato pure miei conoscenti che millantano lauree mai conseguite. Ma a che pro? Tanto c’è sempre qualcuno che ti conosce e sa che non hai conseguito un bel nulla.

    • Fortunatamente non ho tra le mie cerchie dei religiosi paolotti, quindi di quelle vignette ne vedo poche. Di più che riguardano l’arte di vivere, che sembrano uscite da “riza psicosomatica”, per non dire “cosmopolitan”.
      Ne vedo moltissime invece di condivise da motociclisti che vogliono fare i filosofi e che riguardano la libertà, che incoraggiano a fregarsene e partire, ecc, ma siccome io li conosco ti posso dire che sono in realtà le persone più inguaiate e bloccate che io conosca (per loro colpa, per loro incapacità di reagire, mica per problemi di salute!).
      Probabilmente non stanno profetizzando ma ,al contrario, le mettono per sè stessi.

    • e di solito sono postate sempre dalle stesse persone.
      Ma mi verrebbe da dire: possibile che sei così sfigato? Che tutti ti tradiscano, che tutti ti parlino dietro…… tutti? Sempre? Ma allora fatti un esame di coscienza 😀

      Queste sono le ultime novità (tra ieri e stamattina):
      la vita è troppo breve per fingere che tutti mi stiano simpatici
      e ancora:
      oggi è la giornata mondiale del vaffanculo senza spiegazioni
      io mi dico…. se manifesta così apertamente la volontà di tagliare i rapporti con gli stronzi, avrebbe dovuto aver già fatto piazza pulita da un pezzo, no?
      Quindi i casi sono 2: o non lo fa, oppure continua a conoscere sempre nuovi stronzi… oppure il problema è un altro.

    • ma noooo… se eviti ogni posto dove c’è il rischio di incontrare stronzi, non ti resta che emigrare su Marte!
      Anzi, grazie a questa particolarità dei social networks hai la possibilità di conoscere più a fondo i tuoi “amici”.
      E’ una cosa da sfruttare!

      • La mia decisione è dovuta ad altri e più seri motivi, inoltre in fatto di amici sono piuttosto selettiva: ne ho pochissimi e, puoi credermi, sono tali solo perchè li conosco davvero, gli altri… beh, gii altri sono conoscenti, magari a vari gradi, ma sempre conoscenti perchè non uso a cuor leggero una parola di “peso” quale “amico”.
        Capirai dunque come non mi interessi ne punto ne poco avere sa il cielo quanti “followers” (già la parola la dice lunga: seguitore non equivale ad amico) ne in FB ne in nessun altro luogo reale o virtuale che sia.
        Che vuoi, sono purtroppo o per fortuna della vecchia guardia, per me certi valori contano.
        PS. Comunque di decerebrati (scusa, lo preferisco come termine a “stronzi”) ne trovo ovunque, non serve nessun social network per trovarli: basta mettere il naso fuori di casa e, spesso, neppure quello.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...