Raccontami una storia, ti prego!!!

eicma2012
E’ una pubblicità del 2012, ma dopo 4 anni ancora non sono riuscito a togliermi dalla testa questa immagine così idiota.

Lo slogan è per veri sfigati in cerca di qualcuno che li caghi, di qualcuno che non si dilegui con una scusa qualunque, di qualcuno abbastanza sordo o autistico da sopportare i loro prolissi racconti, di qualcuno che per educazione faccia finta di credere alle balle eccessivamente azzardate che di tanto in tanto infilano nei loro racconti che altrimenti sarebbero di una banalità da far addormentare anche “Lapo Elkann dopo il consumo di 10.000 dollari di shopping”.

L’immagine è talmente inverosimile che solo gli sfigati sopra descritti possono pensare che abbia senso: ma ti pare che 4 giovani di sesso diverso  che fanno il fuoco di notte in riva al mare  non abbiano di meglio da fare che ascoltare un babbeo che se ne sta in spiaggia con la tuta da moto?
Lui fa dei gesti che fanno pensare che stia parlando di pieghe e dinamiche di guida ed è risaputo che le ragazze vanno matte per questi discorsi, no??!
Infatti sono lì che lo ascoltano affascinate e ignorano completamente i 2 maschi palestrati che erano lì con loro prima che arrivasse ‘sto coglione con la moto fin sulla spiaggia.
E i 2 bistecconi se ne stanno lì con l’espressione di chi si sente sminuito e sfigato. Certo: sono solamente dei fotomodelli giovani e in spiaggia di notte con 2 gnocche…. è facile immaginare come muoiano di invidia per quel motociclista solitario coi funghi sotto la tuta e il casco che si sta riempiendo di sabbia!!

Insomma, il messaggio che passa è: “se al bar del quartiere non ne possono più di sopportare le vostre depressioni e vi hanno invitato a consumare oppure togliere il disturbo,
allora compratevi una moto…così avrete nuove scuse per triturare le palle a quel povero barista che è costretto a star lì a far finta di ascoltarvi!!“.

Annunci

6 thoughts on “Raccontami una storia, ti prego!!!

  1. Mai sopportati gli sboroni da moto… io qua io là… ma taci e guida! E se capiti di notte in spiaggia, occhio ad inchiodare che finisci per terra sulla sabbia! 😉

  2. La prima impressione che mi ha fatto l’immagine è che si trattasse di un format molto più retrò del 2012, tipo inizio anni ’80. E questo non è casuale: in tempi di crisi e problemi tutti si vorrebbe tornare a quell’epoca spensierata. La foto è perfetta, un vero capolavoro di composizione ed esposizione: in quelle condizioni di luce i soggetti devono stare più immobili dei defunti per non risultare sfocati.
    Gli elementi già presenti sono due coppie sportive ( vedi le tavole da surf ) mentre l’elemento nuovo è il terzo uomo solitario ( ma potremmo pensare che la moto è la sua partner ). La domanda è: il motociclista turberà l’equilibrio delle due coppie e si accoppierà con una delle femmine o ambedue ? La pubblicità affonda spesso le mani in strati profondi della psicologia umana – se il messaggio ti irrita chiediti davvero, spietatamente: “perchè” ? E’ solo il ciarlare del motociclista che ti dà fastidio o qualcos’altro ?

    • No guarda… niente di freudiano su insicurezze sessuali….
      Semplicemente non sopporto gli sboroni, soprattutto perchè quasi sempre sono pure prolissi!

      Troppa gente non ha abbastanza autostima e crede che per essere considerata di più debba fare lo show e cacciare un sacco di balle. E’ grave anche il fatto di pensare che la propria semplice realtà non sia sufficiente per essere apprezzati.
      Ne conosco un paio, 1 in particolare… e da un certo punto di vista bisognerebbe anche avere comprensione e compassione, perchè spesso nascondono anche piccole depressioni.
      Ma siccome io l’instinto da crocerossino non ce l’ho (soprattutto con chi invece non si sbottona, anzi tiene stretta la maschera da figo) e siccome stancano, per non dire che qualche volta rovinano proprio la serata, allora ecco che mi stanno sulle balle.
      Non penso proprio che uno di questi possa rubarmi la fidanzata.

    • Sull’esposizione m’hai fatto tornare alla mente una bella foto esposta in un bar di Pasturo (Lecco) : paesaggio montano notturno, bellissimo, sicuramente un’esposizione lunghissima, con in primo piano un ciaspolatore “beccato” proprio mentre fa il passo… ma è perfetto, nitidissimo.
      Penso a quel poveraccio che è dovuto restare in equilibrio per chissà quanti secondi!! 😀 Gli avranno messo un palo nel culo per non farlo dondolare! 😀

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...