Amicizie scomparse

Ispirato dalla lettura di:
Lo strano caso delle amicizie scomparse
——————————————————————-

Io penso che al termine dell’adolescenza si inizi a…”identificarsi” e a prendere di conseguenza strade diverse.
Da giovani si è tutti uguali, uniformati. Poi ci si diversifica.
E’ questo la causa dell’allontanamento, della caduta delle grandi comitive.

Poi oso aggiungere anche che col passare degli anni si ritorna ad essere abbastanza uguali (non sempre ma spesso) o comunque le cose da fare diventano meno e quindi si potrebbe anche rivedersi, si avrebbe anche il tempo….. ma ,ed è qui che oso, io credo che lo si eviti ANCHE un po’ per imbarazzo. Per non dire vergogna.
E’ imbarazzante far vedere ciò che siamo diventati, dopo tutte quelle serate passate a dirci che non saremmo mai diventati “così” e “cosà“.  E invece…. anche noi….

Sono persone con cui mi sono confidato da ubriaco, ho rivelato ogni sogno, speranza e anche debolezza, ho riso ma ho anche pianto, ho pianto e sognato. E preferisco ricordare quelle situazioni per come erano.
Preferisco che restino congelate nei ricordi.
Rivedersi con gli amici dell’adolescenza sarebbe un po’ come rivederci con noi stessi adolescenti e ciò ci costringerebbe a fare i conti e tirare le somme della vita.

16 pensieri su “Amicizie scomparse

  1. No, rivedere le persone non mi mette in imbarazzo. Difficilmente si può riallacciare perché si è diventati persone diverse. Un caffè occasionale o una rimpatriata ci stanno e per loro natura non avranno seguito. Ma va bene così, è nell’ordine delle cose. Un saluto

  2. A volte sogno compagne/amiche del liceo. Cristallizzate appaiono nel sogno, immutate. L’inconscio mette in atto sceneggiature di amori non dichiarati all’epoca- e accoppiamenti mai realizzati.
    Rivederle adesso quelle ragazze-donne come sarebbe ?
    Specchio reciproco del tempo che è passato. Gli occhi sarebbero però gli stessi, da ambo le parti.
    E un sorriso appena accennato scriverebbe nell’aria intese sognate all’epoca, sognate fino adesso.
    E ci accontentiamo così. Sognando.

  3. Penso che hai ragione.. Sicuramente questo è quello che, in età adulta, ci fa più desistere dal ricontattare vecchi amici. È come se ci ponessimo dei paletti, come se ci dicessimo “finché non perdo quei chili di troppo o finché non raggiungo quel traguardo, non posso invitarli ad uscire”. Questo sicuramente ha in parte a che fare con la paura del giudizio degli altri ma, oserei dire soprattutto, con quella del giudizio che diamo a noi stessi. Il confrontare quello che siamo diventati con quello che pensavamo di diventare.
    Bisognerebbe provare a chiudere gli occhi su questo e, per una volta, provare a invitare quella persona che si vuole vedere da tanto a uscire, non solo per ritrovare magari un amico ma anche per accettarsi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...