Camminare

Mi sono imbattuto in qualche blog/sito che elogiava il comminare e il fare viaggi a piedi e m’hanno colpito 2 frasi in particolare:
1) le tartarughe potrebbero raccontare ,delle strade, più di quanto non potrebbero le lepri (Kahlil Gibran)
2) i camminatori hanno capito qual è la vera ricchezza: il tempo!

Ebbene io sono un buon camminatore, anche se di solito preferisco i sentieri. Ma ogni tanto cammino anche nei paesi (come nell’ora di pausa: mi sparo 4-5 km nelle vie del paese dove lavoro).
Alcune volte ho fatto “la tartaruga” (anzichè la lepre) nelle strade del paese dove vivo da diversi anni e ho scoperto solo in quel momento cose che son sempre state davanti ai miei occhi.
Altre volte ho passeggiato nelle vie dove sono nato e cresciuto e… ho riscoperto il piacere che non provavo più dai tempi in cui andavo a scuola a piedi: l’asfalto, gli odori, la pioggia, le case, i giardini..! Da piccolo mi fermavo anche ad accarezzare alcuni cani (quelli più calmi) attraverso la ringhiera delle villette e davo loro dei nomi che inventavo io, non conoscendo quelli dati dai padroni.
Ora ripasso ma i cani non ci sono più, oppure non sono gli stessi di allora…