Nessuno

Negli ultimi tempi mi sembra di essere diventato troppo selettivo nei confronti degli amici. Tutti simpatici, ma nessuno mi va veramente a genio: chi troppo così, chi troppo cosà, chi ha quel difetto, chi ne ha un altro… e alla lunga (neanche tanto lunga) mi stancano.
Accidenti: non mi va bene nessuno!

Ma ciò che più mi fa impressione di me stesso è che…mi vergogno pure a dirlo…sarà che in questi giorni ho le palle un po’ girate, ma provo un senso di fastidio. I difetti delle mie frequentazioni sono come dei film già visti: me li aspetto, so già come andrà a finire, sono
drammaticamente prevedibili.
Mai come in questo periodo amo conoscere gente nuova e al contrario detesto le “rimpatriate”.

Ieri ci siamo rivisti tutti per il compleanno di un amico, dopo mesi e mesi (anche anni, per qualcuno) di contatti ridotti a qualche “mi piace” su facebook.
Beh… sarà che io preferisco la qualità alla quantità, sarà che non mi piace la confusione, ma sta di fatto che non ho chiacchierato granchè. Ero un po’ sulle mie. Mah…
A dire il vero mi sembrava anche un po’ una recita: non ci si vede mai, non ci si caga mai, solo oggi ci si interessa tanto, ma finita la serata a nessuno interesserà potersi rivedere entro breve.
solo-nella-folla1

Annunci

Il peggiore difetto

Assolutamente lo scopo di questo post non è di criticare un qualche difetto di altri!!! Anzi mi riferisco a quei difetti che NON sono un danno nei confronti del prossimo (che può gentilmente congedarsi), bensì sono un vero e proprio cancro per sè stessi.

Ho avuto la fortuna (“fortuna” perchè è pur sempre un’esperienza che mi arricchisce) di aver avuto a che fare con persone talmente antipatiche da essere inconsciamente (più o meno) condannate ad avere una vita terribile, sempre, in ogni circostanza, in ogni caso e in ogni luogo.
Qualcuno di questi è un mio vicino parente. E mi dispiace per lui, ma ha un dannato caratteraccio da saputello snob che ha fatto allontanare tutti… e per “tutti” non mi riferisco agli amici della bocciofila, ma a legami ben più importanti! Roba da “c’è posta per te”! Cose gravi! Non mi dilungo nei dettagli perchè non si sa mai.
Con altri ho avuto a che fare anche in modo molto superficiale, per esempio tramite un veloce scambio di opinioni via internet, avvenimento che tra l’altro ha ispirato la scrittura di questo post.
Si possono anche facilmente trovare tantissimi casi di vittimismo cronico, più o meno gravi: dal ragazzino caratterialmente difficile che si lamenta perchè gli amici lo escludono (sono gli amici ad essere “stronzi” o è lui ad essere antipatico?), fino al personaggio con gravi manie di persecuzione che riesce a crearsi solo inimicizie ovunque vada.
Dico: 1 volta può capitare, 2 anche… ma quando sei vittima di stalking in una scuola, poi anche in un’altra, poi in un posto di lavoro, cambi posto di lavoro e succede anche in quello nuovo, poi in una città, poi cambi città e anche lì ti odiano, allora ti trasferisci su Marte e ti odiano anche i marziani, ecc… allora forse è il caso di farsi qualche domanda.
untitledEcco: il peggiore difetto è quello che danneggia sè stessi. E non rendersene conto.