La moto in inverno

Viaggio in moto al fresco, passeggera che rogna, nebbia, campagna, vin brulè, fuochi, odore di fieno e di fumo di legna, amici più o meno conosciuti, discorsi di moto, fagioli a volontà e carne alla griglia, momenti di chiasso alimentato dal vino e momenti di pausa seduto su un ciocco di legno vicino al fuoco a guardare la luce della luna velata dalla nebbia,
buonanotte buonanotte, aggiunta di legna nella stufa, sacco a pelo in ambiente molto spartano,
buongiorno, “Freddo?” “No!”, caffè, pranzo con gli avanzi e bevendo solo acqua o
cocacola, via le ultime scaglie di ghiaccio dalla moto, ciao ciao ciao, quando la prossima? , speriamo che la batteria…., wow è partita!, viaggio di ritorno, alberi bianchi per la brina, sguardo attento sull’asfalto, nessun’altra moto in autostrada, bambini che salutano da un’auto, doccia bollente, occhi stanchi ma sorridenti, piedi sul divano al calduccio.

Peccato che come fotografo faccia così schifo:

Annunci

Autunno con camino

Lo sogno ogni anno, ma non riesco mai: vorrei trascorrere autunno e inverno con la possibilità di godere di un bel camino.
Ho provato anche a cercare in affitto una baita per passare i weekends: non una “casa”, proprio un rustico, ma rustico rustico, di quelli dove ti tocca cacciare i ragnetti e quando vai a prendere la legna dalla legnaia senti fruscii su cui preferisci non indagare.
E deve categoricamente avere il camino! Ahhh, quante castagne che ci cuocerei!
Purtroppo dei rustici così non li affittano mai (ufficialmente), penso anche a causa delle rigide normative che richiedono certificazioni sui vari impianti.
Però mi piacerebbe tanto, in Valsassina, tra i boschi ma non troppo lontano da un paesino.
Ahhhh… se avesse anche un tetto sottile da cui sentire il rumore della pioggia…..! E io e mia moglie dentro con i piedi al caldo e un bicchiere di vino rosso di quelli belli corposi…!

Invece al limite riesco a passare una serata in qualche rifugio con camino, quasi sempre col fuoco chiuso nella classica paratìa in vetro. Questo quando proprio va da dio!
Pare che il gestore del chiosco dove praticamente siamo di casa  abbia deciso di costruire una veranda esterna in legno dove ,ha detto, metterà anche una stufa a pellet. Non sarà come essere in una baita in montagna con un vero camino, ma meglio che niente.
Speriamo che tenga le luci basse! L’inverno scorso ho cercato di creare un po’ di atmosfera portando parecchie candeline “tipo ikea” e gli ho regalato anche una piccola lanternina, ma le luci a neon che insisteva a tenere accese rovinavano parecchio.

Vi lascio con qualche foto autunnale rubata qua e là su internet.autunno-foglie-gialle-autunno-sotto-la-pioggiaa69527146a798a5a501be1763fd8599d Chestnuts-Roasting-on-an-Open-Firefireplace (1)tisana_camino   autumn-food1-508x720 autumnbucket-750x1000
Però non insistete: IO LE PARIGINE NON LE METTO!!! 😀