Depressione, l’allarme dell’Oms: “In 10 anni aumentata quasi del 20%”. MA NOI ABBIAMO LA SOLUZIONE!

http://www.repubblica.it/salute/medicina/2014/09/04/news/al_mondo_un_suicido_ogni_40_secondi-95015103/

Circa il 75% del totale dei suicidi, sottolinea l’Oms, avviene nei Paesi a basso e medio reddito. In Italia la situazione è peggiorata per la crisi economica.

un aumento del 12% in particolare tra i maschi nella fascia 25-64 anni. Con la crisi si è innescato un aumento proprio in età lavorativa, con una diminuzione emblematica di suicidi oltre i 70 anni

E poi dicono che i soldi non fanno la felicità.

Ma attenzione alle soluzioni pensate:
ci sono varie misure che possono essere adottate, come la riduzione dell’accesso agli strumenti di morte (ad esempio le armi)

….o le reti antisuicidio:
http://www.tgcom24.mediaset.it/magazine/usa-arrivano-le-reti-anti-suicidio-sul-golden-gate-di-san-francisco_3066919-201702a.shtml
Ma la più bella è questa:
https://www.italia.co/news/reti-anti-suicidio-nelle-fabbriche-in-cina-che-producono-liphone/reti-antisuicidio-1132x670

Martedì

Lo scrivo ora, ma non perchè adesso ci sia un motivo particolare: è un pensiero che mi attanaglia di anni (praticamente da quando è finita l’adolescenza) :
In un banale giorno qualsiasi, cosa si può fare per evitare di sprecarlo, per evitare di buttarlo come si butta il latte fresco quando ci si accorge che l’abbiamo comprato per poi averlo lasciato scadere senza consumarlo?
Ovviamente parlo di “spreco” per sè stessi, cioè non mi dite che se ho fatto qualcosa di buono sul lavoro allora ho contribuito al buon (buon?) andamento dell’Italia…..!

Ogni giorno è un passo avanti lungo il nostro “miglio verde”. E non sappiamo quanto sarà lungo.
Cosa facciamo per goderci la vita? Per non sprecare il tempo, i giorni, i mesi, gli anni…….?

Oggi è martedì. Sono al lavoro in moto. Penso che stasera mi farò un giretto prima di tornare a casa… ma dove? A far cosa?  Mmmmmm….. Andiamo a casa và.

marito-moglie

Protetto: Cinque piccoli motivi per amare l’inverno

La frase più bella: “Siete davvero sicuri che 4 mesi di caldo talmente intenso da far morire piante, erba, animali e persino persone sia una cosa normale?
😀 😀

AGODIPINO

Gioia incontenibile: finalmente è arrivato l’inverno!

È il giorno che aspetto più di tutti, inizio il conto alla rovescia già da domani per il prossimo solstizio d’inverno.

La gente tendenzialmente mi prende per matta. Proprio non riesce a capacitarsi di come si possa amare una stagione come l’inverno, fredda, dove tutto è morto, dove bisogna vestirsi da omino Michelin prima di uscire di casa.

Bene, accetto la sfida! Adesso vi racconto perché amo l’inverno.

  1. L’inverno avvicina. Sì, certo, bello tutto: la magia del Natale, sentirsi più buoni, più vicini agli altri. Ma questo si può fare tutto l’anno! Con vicini intendo fisicamente vicini: quale metodo migliore per scaldarsi se non stare belli appiccicati, a braccetto con un’amica o abbracciati al proprio compagno? Gli abbracci sono ufficialmente nella classifica delle sciarpe più calde della storia dei tempi. Provate ad abbracciarmi d’estate, sudata io e sudati voi: voliamo via…

View original post 404 altre parole

Pubblicato in Senza categoria | Inserisci la tua password per visualizzare i commenti.

Raccontami una storia, ti prego!!!

eicma2012
E’ una pubblicità del 2012, ma dopo 4 anni ancora non sono riuscito a togliermi dalla testa questa immagine così idiota.

Lo slogan è per veri sfigati in cerca di qualcuno che li caghi, di qualcuno che non si dilegui con una scusa qualunque, di qualcuno abbastanza sordo o autistico da sopportare i loro prolissi racconti, di qualcuno che per educazione faccia finta di credere alle balle eccessivamente azzardate che di tanto in tanto infilano nei loro racconti che altrimenti sarebbero di una banalità da far addormentare anche “Lapo Elkann dopo il consumo di 10.000 dollari di shopping”.

L’immagine è talmente inverosimile che solo gli sfigati sopra descritti possono pensare che abbia senso: ma ti pare che 4 giovani di sesso diverso  che fanno il fuoco di notte in riva al mare  non abbiano di meglio da fare che ascoltare un babbeo che se ne sta in spiaggia con la tuta da moto?
Lui fa dei gesti che fanno pensare che stia parlando di pieghe e dinamiche di guida ed è risaputo che le ragazze vanno matte per questi discorsi, no??!
Infatti sono lì che lo ascoltano affascinate e ignorano completamente i 2 maschi palestrati che erano lì con loro prima che arrivasse ‘sto coglione con la moto fin sulla spiaggia.
E i 2 bistecconi se ne stanno lì con l’espressione di chi si sente sminuito e sfigato. Certo: sono solamente dei fotomodelli giovani e in spiaggia di notte con 2 gnocche…. è facile immaginare come muoiano di invidia per quel motociclista solitario coi funghi sotto la tuta e il casco che si sta riempiendo di sabbia!!

Insomma, il messaggio che passa è: “se al bar del quartiere non ne possono più di sopportare le vostre depressioni e vi hanno invitato a consumare oppure togliere il disturbo,
allora compratevi una moto…così avrete nuove scuse per triturare le palle a quel povero barista che è costretto a star lì a far finta di ascoltarvi!!“.