Vivo, morto o… zombie?

tumblr_n9kjtnuQ1W1tzzsmqo1_500

http://www.ilnavigatorecurioso.it/2013/11/01/gli-zombie-come-metafora-dellumanita-del-xxi-secolo-morti-viventi-e-schiavi-della-moda/

Riporto qualche pezzo:

Ci dice Aristotele, dal IV secolo a.C.: schiavo è chi non appartiene a sé stesso.

[Gli Zombies] “non operano in funzione di nessun principio razionale individuale: non hanno nessuna coscienza, sono automi costantemente alla ricerca di esseri umani da divorare.
Non si può trattare con loro: non parlano e non sembrano avere volontà propria, non creano entità politiche o sociali riconoscibili, sono semplicemente masse di corpi indifferenziati, corrotti e corruttori, senza altro scopo che uccidere gli essere umani “normali” e renderli come loro.
Forse quello che risulta più orripilante è che questo zombie, oltre alla carenza di coscienza, non ha nemmeno una volontà individuale: si tratta di un ente ridotto ad un semplice corpo putrido che si muove con la stessa logica di un esercito di formiche: non ci sono individui, solo masse.”

zombie

tumblr_n9mrisH3B41tzzsmqo1_1280

Annunci

E’ bello essere sempre informati!

Usando Flipboard.com sul pc (sul cell è un po’ diverso) mi sono accorto che… a una certa parola chiave non corrisponde lo stesso significato per tutti (per chiunque, intendo).
Purtroppo mi viene presentata una lista piuttosto ristretta tra cui scegliere i miei interessi, poco dettagliata: poche voci che non danno la possibilità di fare richieste più specifiche.

Parto:

-Provo a scegliere “sport” nella speranza di vedere articoli riguardanti l’attività fisica, il fitness… e mi appaiono articoli sulle competizioni sportive (ma qui ammetto di esser stato io un povero illuso).

-Scelgo quindi “notizie”, visto che dell’ultimo attentato (quello al concerto) sono venuto a conoscenza dopo 2 giorni (praticamente vivo fuori dal mondo). Bene, il primo articolo è (non so sto scherzando) : “De Rossi rinnova: con la Roma fino al 2019”.

-Proviamo qualcosa di sicuramente serio: “scienze”. Il primo articolo è (giuro!) : “La nuova app del Partito Democratico è una palla mortale”

-Visto che lavoro nel mondo dell’informatica, “Tecnologia”: il 90% degli articoli riguarda i telefonini.

-“Viaggi”: una buona parte di articoli trattano viaggi in aereo verso mète estremamente lontane, in paesi dove l’hotel è d’obbligo per non beccarsi una malattia o una raffica di kalashnikov. Ben lontani dalla mia idea di viaggio.

Altre possibili scelte sono: design, stile, casa, celebrità, videogiochi………

evolution

Nutscaping: panorami con le palle

Ho scoperto 10 minuti fa questa nuova tendenza gironzolando su internet.
Vorrei stringere la mano all’inventore e diffusore di questa moda (dopo che se l’è lavata).

Per fare del nutscaping è importante trovare un bel paesaggio, tirarsi giù i pantaloni e fotografare le proprie balle davanti ad un monte, lo skyline di una città o una stupenda vallata.

Il sito Nutscapes.com ha anche stilato dei suggerimenti/regole per fare del buon nutscaping:
– Indossare pantaloni senza cerniere o bottoni, meglio se una tuta o dei pantaloncini corti
– Trovare il giusto equilibrio regolando bene l’altezza delle gambe
– Non inquadrare il condor, ma solo i testicoli
Ma per capire bene la posizione, un’immagine è meglio di 1000 parole: http://nutscapes.tumblr.com/howto
tumblr_nxvrg1BJRq1ulvusno1_1280

Depressione, l’allarme dell’Oms: “In 10 anni aumentata quasi del 20%”. MA NOI ABBIAMO LA SOLUZIONE!

http://www.repubblica.it/salute/medicina/2014/09/04/news/al_mondo_un_suicido_ogni_40_secondi-95015103/

Circa il 75% del totale dei suicidi, sottolinea l’Oms, avviene nei Paesi a basso e medio reddito. In Italia la situazione è peggiorata per la crisi economica.

un aumento del 12% in particolare tra i maschi nella fascia 25-64 anni. Con la crisi si è innescato un aumento proprio in età lavorativa, con una diminuzione emblematica di suicidi oltre i 70 anni

E poi dicono che i soldi non fanno la felicità.

Ma attenzione alle soluzioni pensate:
ci sono varie misure che possono essere adottate, come la riduzione dell’accesso agli strumenti di morte (ad esempio le armi)

….o le reti antisuicidio:
http://www.tgcom24.mediaset.it/magazine/usa-arrivano-le-reti-anti-suicidio-sul-golden-gate-di-san-francisco_3066919-201702a.shtml
Ma la più bella è questa:
https://www.italia.co/news/reti-anti-suicidio-nelle-fabbriche-in-cina-che-producono-liphone/reti-antisuicidio-1132x670

Raccontami una storia, ti prego!!!

eicma2012
E’ una pubblicità del 2012, ma dopo 4 anni ancora non sono riuscito a togliermi dalla testa questa immagine così idiota.

Lo slogan è per veri sfigati in cerca di qualcuno che li caghi, di qualcuno che non si dilegui con una scusa qualunque, di qualcuno abbastanza sordo o autistico da sopportare i loro prolissi racconti, di qualcuno che per educazione faccia finta di credere alle balle eccessivamente azzardate che di tanto in tanto infilano nei loro racconti che altrimenti sarebbero di una banalità da far addormentare anche “Lapo Elkann dopo il consumo di 10.000 dollari di shopping”.

L’immagine è talmente inverosimile che solo gli sfigati sopra descritti possono pensare che abbia senso: ma ti pare che 4 giovani di sesso diverso  che fanno il fuoco di notte in riva al mare  non abbiano di meglio da fare che ascoltare un babbeo che se ne sta in spiaggia con la tuta da moto?
Lui fa dei gesti che fanno pensare che stia parlando di pieghe e dinamiche di guida ed è risaputo che le ragazze vanno matte per questi discorsi, no??!
Infatti sono lì che lo ascoltano affascinate e ignorano completamente i 2 maschi palestrati che erano lì con loro prima che arrivasse ‘sto coglione con la moto fin sulla spiaggia.
E i 2 bistecconi se ne stanno lì con l’espressione di chi si sente sminuito e sfigato. Certo: sono solamente dei fotomodelli giovani e in spiaggia di notte con 2 gnocche…. è facile immaginare come muoiano di invidia per quel motociclista solitario coi funghi sotto la tuta e il casco che si sta riempiendo di sabbia!!

Insomma, il messaggio che passa è: “se al bar del quartiere non ne possono più di sopportare le vostre depressioni e vi hanno invitato a consumare oppure togliere il disturbo,
allora compratevi una moto…così avrete nuove scuse per triturare le palle a quel povero barista che è costretto a star lì a far finta di ascoltarvi!!“.