Chi vuol essere lieto sia

Collegandomi un po’ anche al mio post precedente, noto che io sono spesso più solare e gioioso della gente che mi circonda… nonostante sia fondamentalmente un timido, tranquillo, spesso anche finto burbero. A prima vista qualcuno m’ha anche considerato un asociale antipatico.

Da piccolo all’asilo giocavo da solo, alle medie mi rifiutavo di giocare a calcio durante le ore di educazione fisica, da adolescente mi ero anche guadagnato il soprannome “eremita” perchè qualche volta andavo nei boschi da solo (ma andavo anche in discoteca, eh!) e ancora oggi sono introspettivo e qualche volta solitario,
ma in generale mi piace parlare con la gente, godere dell’arietta fresca mattutina e arrivare al lavoro ridendo e scherzando anzichè strisciando i piedi mogio mogio!
Vado al lavoro unendo l’utile al dilettevole e così fischietto in bici oppure -in autunno- mi fermo a fare fotografie nei parchi lungo il percorso, quando arrivo mi metto a fare cagnara coi colleghi che trovo lì ancora mezzi addormentati (più che altro sono io che faccio un po’ di casino per svegliarli 😀 ), in pausa passo mezz’ora da solo in un parco lì vicino (ne sento il bisogno), poi l’altra mezz’ora la passo in mensa a fare un po’ il pirla e a dire baggianate ad alta voce, quasi sempre discorsi di sesso, più divertenti se sono presenti anche donne.

Spesso mi sono trovato in presenza di perfetti sconosciuti con un silenzio che iniziava ad essere imbarazzante e sono stato io a romperlo attaccando bottone: nei rifugi di montagna, sul treno, ai motoraduni, ecc. Ho provato anche a fare viaggi (moto e tenda) da solo oppure solo io e mia moglie e abbiamo sempre trovato qualcuno per passare una piacevole serata in compagnìa.
Fortunatamente vedo che mia moglie piace molto alla gente… soprattutto dove c’è casino, musica e si balla: qualcuno me lo dice proprio che è simpaticissima e io rispondo “dici così perchè non ci vivi insieme!!!” 😀 Meno male: pensa se avessi una che sta sempre sulle balle a tutti!

Mi piace essere allegro e godere della vita, ma spesso vedo attorno a me gente troppo ingrigita (qualche volta pure mia moglie) e mi sembra di essere io un extraterrestre.
Chi vuol essere lieto sia, di doman non c’è certezza!

Annunci

Una splendida mattina

Quando vado al lavoro in bici fischietto sempre, soprattutto nell’aria fresca dell’andata (pochissimo nella spossatezza del ritorno).
Noto che molti pedoni mi guardano con aria interrogativa, i maschi difficilmente si voltano (mi guardano quando sono davanti) mentre le femmine spesso buttano un occhio con quella faccia da “chi è quel burino che MI sta fischiando?” e dopo un secondo capiscono che invece è una melodia, ma quelli che più mi fissano sono i classici “bevitori di sambuca mattutina” fuori da bar, con le loro salopette da muratore e il furgone cassonato parcheggiato lì vicino.

L’altro giorno ero particolarmente euforico e fischiavo alcune canzoni dei “modena city ramblers” soprattutto i pezzi col violino e in qualche momento le ho pure cantate (ma mi sono fatto schifo da solo).
Sono passato per una via piuttosto importante (c’è anche una stazione del treno) che in questi giorni è chiusa al traffico per lavori ed è stato….particolare: senza nemmeno un veicolo a motore, pedalavo in mezzo alla strada guardando i fasci di luce che filtravano tra la fitta alberatura e il mio fischiettare si percepiva fortissimo nel silenzio del viale privo di auto. Una sensazione di gioia e libertà m’ha invaso e il suono del fischio s’è alterato a causa della distursione della bocca per l’incontenibile sorriso spuntato sul mio volto..
La gente a piedi attorno alla stazione m’ha fissato come mai era successo. Un uomo addirittura aveva uno sguardo come di…di “difesa alzata”, come se io fossi uno svitato potenzialmente pericoloso.

A quel punto mi sono davvero sentito una mosca bianca e ,nonostante avrei dovuto esserne felice, mi sono un po’ demoralizzato perchè mi sono reso conto di esser solo: l’unico felice in un mondo di scazzati che si trascinavano al lavoro e mi guardavano come si guardano i matti, perchè solo i matti possono essere felici. Non è bello.

Però mi dico: Tutti, anche quelli che erano in catalessi come zombie  alla stazione, hanno un hobby, una passione, che li fa essere felici almeno in un determinato momento!
E voi? Quando v’è capitato di dire ,zeppi di emozione, “che magnifico momento!!!” ???


Nel bagaglio avevate due coperte e un po’ di mate
una chiave del 10 e fil di ferro
Una mappa, qualche libro, un paio di indirizzi
Hermanos, vayanse con Dios!